Est Film Festival è pronto a ripartire e lo fa, come ogni anno, dalla location Colle di Montisola. In questo 11 luglio, a 11 giorni dall’inizio dell’undicesima edizione di EFF, al tavolo degli interventi siedono Vaniel Maestosi e Glauco Almonte, direttori di Est Film Festival, l’assessore alla cultura del comune di Montefiascone Fabio Notazio e il Sindaco Massimo Paolini, accanto ai Main Sponsor Marco Sala (Gruppo Credito Valtellinese) e Antonio Cappellacci (Italiana Assicurazioni) storici sostenitori del Festival.
A prendere la parola per primo è Vaniel Maestosi, ringraziando il comune per aver sostenuto anche quest’anno Est Film Festival: “Visto il momento difficile, il contributo del comune per questa edizione si è dimezzato rispetto all’anno passato, rimanendo comunque un investimento per noi importante e che ci fa capire di avere l’appoggio della città. Un investimento che per meno di 1,50 € a cittadino, offre a questa città che amiamo nove giorni di cinema gratuito”.
Non mancano però delle necessarie puntualizzazioni che Maestosi definisce una sua preghiera laica: “Per favore, cerchiamo di non utilizzare il Festival per combattere delle battaglie lontane dallo scopo di questa manifestazione. Gruppi politici di ogni schieramento hanno tentato di strumentalizzare Est Film Festival per portare acqua al proprio mulino. Cerchiamo di non usare EFF per combattere battaglie che non hanno niente a che fare con la cultura, perché il nostro festival da 11 anni è apolitico. È importante che chi lo organizza possa farlo in maniera serena, mantenendo l’entusiasmo che fin dal 2007 ha sempre dimostrato nel creare questo evento. Se venisse a mancare l’entusiasmo, il Festival sarebbe destinato a finire, quindi vi chiedo – e questa è la mia preghiera – di non strumentalizzarlo”.
Dopodiché si passa a ringraziare tutte le realtà che rendono possibile anche quest’anno Est Film Festival: i main sponsor Gruppo Bancario Credito Valtellinese e Italiana Assicurazioni “che investono credendo nelle persone che organizzano questo evento”; il Ministero dei Beni Culturali, la Regione Lazio “Ringraziamo di cuore tutto l’Assessorato alla cultura della Regione Lazio che ci sostiene da sempre e ha creduto nel Festival fin dall’inizio, in particolare l’assessore Lidia Ravera”, la Provincia di Viterbo, il Comune di Montefiascone, Unindustria “Ringraziando il nuovo direttore Marco Rughetti”, l’Università della Tuscia, la Fondazione Carivit, la Camera di Commercio di Viterbo, la CNA Associazione di Viterbo e Civitavecchia, la Roma Lazio Film Commission; gli sponsor Autopremium Concessionaria BMW di Viterbo, le Terme dei Papi “Un nuovo prestigioso sponsor con il quale Est Film Festival inaugurerà l'originale progetto Cinema e Terme, per tutti i cinque venerdì di settembre insieme al JazzUp”, Unicoop Tirreno, Cantina di Montefiascone “Un augurio al neo presidente Pietro Carletti”, HSRL, Aem, Fratelli Marmo, Ergonet, Manzi Petroli, Caffè Fida, Nardini arredamenti, Etikart Srl, Centro Medico Bartoleschi, G.A.M. Srl, Tecnocasa, Caprio, La Corte & La Corte, Oleificio Bracoloni, Nuova Estetica Silvia, Eredi Saraca Lina; i partner Cinema Gallery “che quest’anno sostituirà la Rocca dei Papi per le proiezioni pomeridiane”, l’Agriturismo Location Colle di Montisola, CIC – Centro di Iniziative Culturali di Montefiascone, Gruppo Carramusa, Tipografia Grazini e Mecarini, Foto Ottica Breccola, la rivista Cinema del Silenzio, JazzUp, Tuscia Welcome, Il Caminetto Resort, Hotel Urbano V, Hotel Altavilla, Vivai Brachini.

Si passa poi a parlare dei cambiamenti avvenuti per questa undicesima edizione: “Quest’anno abbiamo dovuto fare un passo indietro per farne due avanti: nonostante i tagli, abbiamo voluto mettere la cultura al primo posto, come facciamo dalla prima edizione, assegnando dei premi per continuare ad essere un festival e non diventare una semplice rassegna cinematografica”.
Est Film Festival, per la prima volta fa tagli al programma ma non alla struttura che rimane solida, mantenendo le basi su cui poggia, ovvero le sezioni competitive e i premi: Arco di Platino Premio Italiana Assicurazioni, Arco d’Oro al miglior lungometraggio Premio Gruppo Credito Valtellinese – assegnato dalla giuria presieduta da Giampaolo Sodano e dai giurati Ambrogio Lo Giudice, Francesca Brunori, Danilo Maestosi e Fabio Brugnoli –, Arco d’Argento al miglior film scelto dal pubblico Premio Cantina di Montefiascone, Arco d’Argento al miglior documentario Premio CIC – Centro di Iniziative Culturali – assegnato dalla giuria dei soci CIC, presieduta da Giancarlo Breccola –, Arco d’Argento al miglior cortometraggio Premio Università della Tuscia – assegnato da una giuria composta dagli studenti di Radio Unitus coordinati dal direttore del Disucom prof. Giovanni Fiorentino – e il nuovo Arco d’Argento alla miglior colonna sonora Premio Terme dei Papi – assegnato dalla giuria presieduta dal direttore artistico del JazzUp Festival Giancarlo Necciari.
Nove giorni, più di 50 ospiti e le migliori opere che il cinema italiano può offrire. Tra le novità, il 21 luglio alle 21.15, alla Rocca dei Papi un evento extra offerto dall’associazione CIC – Centro di Iniziative Culturali inaugurerà Est Film Festival 2017: Invito all’Opera, un concerto di musica lirica.
Non manca naturalmente la collaborazione diretta di EFF con il territorio: anche quest’anno ci sarà l’attesissimo appuntamento con le opere realizzate per Ciak! Montefiascone 4.
Inoltre, siamo fieri del progetto Est Film Festival nelle scuole con la collaborazione dellla CNA Associazione di Viterbo e Civitavecchia, dedicato a tutti gli studenti dell'ultimo anno dell’IISS C. A. Dalla Chiesa, che anche quest’anno assegnerà una borsa di studio di 500 €.
Ad annunciare la studentessa vincitrice di quest’anno è Angelo Pieri, presidente della CNA di Viterbo e Civitavecchia: “Per noi è un onore partecipare con il nostro simbolico contributo che quest’anno va a Valeria Valentini”. Pieri continua aggiungendo che: “è vero: fa più rumore un albero che cade rispetto a una foresta che cresce, ma questa studentessa fa parte di questa foresta che tutti noi dovremmo coltivare”.

Vaniel Maestosi passa poi la parola al Sindaco Massimo Paolini il quale ci tiene a sottolineare che le chiacchiere e le polemiche non fanno bene a Montefiascone: “Il Festival è nato qui nel 2007, noi lo abbiamo fortemente voluto anche quando era solo un progetto, accogliendolo a scatola chiusa: quella scatola si è rivelata piena di opportunità per tutto il paese. Togliere Est Film Festival a Montefiascone sarebbe come bestemmiare”. Il sindaco sottolinea poi con durezza: “Non sarà sicuramente la mia amministrazione a togliere EFF alla città: è una manifestazione che ci dà visibilità, una vetrina turistica di alto livello che per noi è pubblicità continua e costante. Est Film Festival ha, infatti, in questi anni innescato delle sinergie collaterali alla settimana di programmazione estiva che costruiscono un clima culturalmente importante per il nostro turismo. Per questo, come amministratore devo anche io ringraziare gli sponsor che contribuiscono a sostenerlo. Il comune e l’amministrazione sono vicini al Festival e lo sosterranno sempre”.

A questa dichiarazione si aggiunge anche la voce dell’assessore alla cultura Fabio Notazio che non nasconde l’entusiasmo nell’essere presente, dichiarando il proprio impegno per lavorare in crescente simbiosi con il Festival, rivelando anche l’indiscrezione di un fuori programma sul quale sta lavorando insieme alla direzione. “Per me undici non è un numero che segue il dieci ma significa essere due volte primi: sia per il prestigio degli ospiti, sia per la promozione del territorio. Ed è per questo che l’assessorato vuole garantire EFF alla città, lavorando a un regolamento che possa tutelare le manifestazioni più importanti per Montefiascone”.

Interviene poi Marco Sala, capo aerea direzione territoriale centro Gruppo Credito Valtellinese: “Siamo sempre stati molto vicini al Festival. Abbiamo sperimentato anche in altre città l’evolversi di progetti che portano valore aggiunto e posso dirvi che questi progetti si sono sempre rivelati un successo. È necessario essere coscienti che iniziative del genere non devono essere smantellate ma valorizzate per poter arricchire veramente il territorio”.

Prima di passare la parola ad Antonio Cappellacci per Italiana Assicurazioni, Vaniel Maestosi ringrazia l’ex direttore generale Andrea Bertalot (ora vice direttore di Reale Mutua), il nuovo direttore Roberto Laganà, il direttore commerciale Luca Colombano e l’amico storico di Est Film Festival Stefano Flemma.
Cappellacci sottolinea come: “I numeri schiacciano le parole: si dice che è necessario investire in cultura, ma poi sono sempre meno i fondi disponibili. Nonostante questo, andrebbe sottolineata la fiducia che questo festival dopo 11 anni si merita ciecamente. Nonostante il periodo recessivo in cui, come abbiamo visto, è necessario riorganizzarsi, investiamo in EFF come sponsor perché rappresenta la concretizzazione di un modo di fare cultura che è reale, un momento di aggregazione e condivisione che ci arricchisce”.

Prende infine la parola il direttore artistico Glauco Almonte, il quale parla di come è stato costruito il programma di EFF 2017: “Ci sono stati dei tagli, ma lo spirito di Est Film Festival resta lo stesso. Ci saranno cinema di qualità e gli immancabili incontri degli autori con il pubblico, un confronto a cui teniamo. L’Arco di Platino premio Italiana Assicurazioni sarà consegnato a Gianni Amelio, uno dei migliori registi italiani la cui carriera e i cui premi (tra i tanti, Cannes e Venezia) parlano da soli. Non a caso, pochi giorni fa si è aggiudicato 4 Nastri d’Argento proprio per il film "La tenerezza" che proietteremo sabato 29 luglio”.
La lista di grandi ospiti continua con il ritorno a Montefiascone giovedì 27 luglio di un amico di Est Film Festival: Edoardo Leo. “Ci fa piacere che la sua carriera si sia sviluppata parallelamente al nostro festival: il primo premio importante assegnato alla sua opera d’esordio – "Diciotto anni dopo" – è stato l’Arco d’Argento Premio Cantina di Montefiascone. Quest’anno ci sembrava doveroso assegnargli l’Arco di Platino Premio Città di Montefiascone come riconoscimento alla crescita che lo ha portato a diventare nel tempo uno dei maggiori registi e interpreti del cinema italiano, soprattutto della commedia, genere che emerge sempre più anche nella programmazione degli ultimi tre anni del Festival. Per lo stesso motivo, è molto importante anche l’Arco di Platino che sarà assegnato ad Alessandro Genovesi sabato 22 luglio, perché la commedia rappresenta lo strumento con il quale possiamo comunicare contenuti di alto spessore culturale ad una platea più vasta. Come già accennato dall’assessore Fabio Notazio, stiamo cercando di arricchire questo incontro, ma per il momento non possiamo rivelare di più. Speriamo di fare una bella sorpresa al nostro pubblico.
È rimasto inalterato tutto ciò che è il cuore del Festival: le sezioni competitive. Quest'anno siamo tornati a portare tutte le opere prime a Piazzale Frigo, per dare a ogni film la giusta visibilità. La sezione dall’offerta più variegata sarà quella dei documentari: parleremo della Libia post Gheddafi, dell'alluvione di Firenze, di donne che scelgono di non avere figli, di un viaggio di alcune pensionate del Trentino che vedono il mare per la prima volta e seguiremo la storia personale di un ragazzo che accetta di andare a conoscere il padre.
Ricca anche la sezione cortometraggi: dopo una sanguinosa selezione, delle 200 opere pervenute, abbiamo selezionato 10 opere di altissima qualità, non solo classica fiction ma anche di genere sperimentale, un invito per il pubblico a confrontarsi con qualcosa di nuovo, nella prospettiva che ha sempre caratterizzato Est Film Festival di ricerca tra autori emergenti che nel tempo si sono rivelati i nuovi nomi del grande cinema italiano
”.
In chiusura, gli organizzatori ricordano l’appuntamento di mercoledì 12 luglio, alle ore 11, presso la sede della Fondazione Carivit in via Cavour 67 a Viterbo, per la seconda conferenza stampa dedicata alla prossima, imminente edizione di Est Film Festival.

Scarica il programma completo dell'unidicesima edizione!
Per ogni ulteriore informazione invitiamo a visitare il sito www.estfilmfestival.it.

Fortunato Licandro
(Direzione Est Film Festival)